Tinissima 4et

Tirano (SO) | Lombardia | ZORRO

Piazzale dello Scalo Ferroviario Scalo Ferroviario, Tirano, Valtellina Via Calcagno 23037 Tirano

Prenota ora

L’evento che AmbriaJazz 2021 propone presso lo scalo ferroviario delle stazioni di Tirano, in area di confine dove convergono la linea del Trenino Rosso del Bernina e la storica linea ferroviaria da Milano (la prima a essere elettrificata in tutta Europa), è un concerto jazz di spessore garantito. ZORRO è l’ultimo progetto realizzato dai Tinissima 4T, ensemble che ha dato molte gioie negli anni scorsi al festival con Tinissima e Malcom X , non poteva certo mancare questo ultimo capolavoro ad AmbriaJazz 2021.

 

Il jazz è la musica della liberazione, della resistenza all’ingiustizia, del romanticismo e dell’avventura, e talvolta del conflitto. La sua vera identità è sempre stata doppia piuttosto che singolare. Più o meno nello stesso periodo il primo jazz entusiasmava il pubblico, i lettori erano senza fiato per le avventure di un uomo mascherato chiamato Zorro che era stato chiamato fuori dall’oscurità dell’oppressione per rimettere le cose a posto [lasciando il suo segno sul muro ogni volta]. 

In occasione del centenario della creazione di Zorro, il sassofonista Francesco Bearzatti e la sua Tinissima 4et presentano l’ultimo contributo dei CAM JAZZ al dramma jazz widescreen. Zorro è una selvaggia suite di grandi temi cinematografici, intermezzi romantici, ampi paesaggi e inseguimenti mozzafiato. Se il cliché sul jazz come esperienza cinematografica ha mai significato qualcosa, è questo. Con il trombettista Giovanni Falzone, il bassista Danilo Gallo e il batterista Zeno De Rossi, il sassofonista che una volta dichiarò, con Woody Guthrie, che “questa macchina uccide i fascisti” ripristina l’associazione del jazz con la riparazione dell’ingiustizia. 

Zorro non è una conferenza politica, però; è un viaggio divertente e profondamente commovente attraverso un paesaggio da sogno che condividiamo segretamente. E ricorda che il “jazz” finisce con non una “z” spazzata ma due … (Brian Morton)

 

Con la tredicesima edizione del Festival AmbriaJazz, l’evento presso lo Scalo Ferroviario è ormai entrato nella tradizione del luogo ed è polo attrattivo anche da oltre confine, occasione che consente ai musicisti di avere una vetrina sul panorama internazionale della musica jazz.

L’attività che AmbriaJazz ODV propone a Tirano nell’area delle stazioni vuole evidenziare il grande valore culturale che il sito ha nel suo complesso, avvalendosi della collaborazione con l’associazione Ale883 che si pone lo stesso obiettivo. Da quando nel 2008 il Trenino Rosso del Bernina è stato dichiarato patrimonio dell’Unesco, la ferrovia svizzera ha avuto un importante incremento turistico; la sorella italiana, invece, non è mai stata valorizzata alla pari, nonostante essa possa potenzialmente essere il naturale completamento dei flussi di interscambio tra i due Paesi. Il nutrito capitale storico restaurato e conservato con cura dai soci di Ale883 in seno all’area museale e la storica rimessa delle locomotive sono una ricchezza messa a disposizione del pubblico in un circuito di visita dedicato. La stessa scenografia, allestita da Ale883 con i treni e i cimeli storici, espone allo spettatore la storia dell’industria del trasporto su rotaia.

 

Venerdì 30 luglio 2021 – ore 21:00 – Scalo Ferroviario delle Stazioni – Via Calcagno, 23037- Tirano (SO) 

ZORRO  Tinissima Quartet  FRANCESCO BEARZATTI Sax Clarinet – GIOVANNI FALZONE Trumpet Flugelhorn – DANILO GALLO Bass Guitars – ZENO DE ROSSI Drums Percussion

 

Scenografie con cimeli e treni storici a cura di Ale883

 

In collaborazione con il Comune di Tirano, con l’Associazione Ale883 e con il Consorzio Turistico Media Valtellina

 

Visite guidate alla raccolta del Museo di Ale883 e della Rimessa Storica delle locomotive dalle ore 17:00

 

In caso di pioggia l’evento sarà al Teatro Mignon di Tirano, raggiungibile a piedi dalle stazioni.

 

Tirano (SO)